Cowseal

Tipi di giranti dell'agitatore

Le giranti degli agitatori sono disponibili in vari design su misura per esigenze di miscelazione specifiche.

Punti chiave

  • Giranti a pale piatte: ideali per flussi regolari e delicati, utilizzate principalmente nei processi di trasferimento di calore.
  • Ventole a pale inclinate: favoriscono la miscelazione verticale, adatte per operazioni che richiedono velocità elevate.
  • Giranti a pale curve: Progettate per flusso radiale; aiutare a ridurre il consumo di energia.
  • Giranti a pale elicoidali: specializzate per la movimentazione e la raschiatura di materiali densi come i fanghi.
  • Criteri di selezione per le giranti: dipende dal modello di flusso desiderato, dalla viscosità del fluido e dai requisiti di processo specifici.

Tipi di forma della girante

Lame piatte

Le giranti a pale piatte sono realizzate fissando piastre piatte in acciaio a un mozzo, tramite saldatura o bulloni. Di solito, queste giranti hanno da 2 a 4 pale che si estendono da un albero centrale. Questo design è semplice ma efficace per determinati usi.

Sono particolarmente efficaci nel creare un flusso di liquido regolare e delicato, noto come flusso laminare a basso taglio. Ciò li rende ideali per miscelare sostanze non molto dense, nonché per processi come la cristallizzazione e la dissoluzione in cui è necessario miscelare i componenti in modo fluido senza troppe interruzioni. Sono ottimi anche per applicazioni che comportano il trasferimento di calore perché muovono delicatamente il fluido.

Per coloro che amano i progetti fai-da-te, queste giranti sono una scelta intelligente. Sono economici da realizzare perché utilizzano materiali facili da trovare. Tuttavia, è importante capire che queste giranti non si mescolano in modo così efficiente come i modelli più complessi. Ciò significa che, sebbene siano economici e semplici da costruire, potrebbero non essere la scelta migliore per tutte le esigenze di miscelazione.

Lame piatte

Lama inclinata (piegata).

Le giranti a pale inclinate o piegate sono progettate con pale non piane ma angolate. Questo design speciale aiuta queste giranti a creare un flusso assiale, il che significa che il flusso si muove lungo l'asse della girante.

L'angolo delle pale su queste giranti consente loro di aggiungere una componente moderata di flusso assiale, distinguendole dalle giranti più basilari a pale piatte. Questo flusso assiale è ciò che migliora la miscelazione dall'alto verso il basso, garantendo che tutte le parti della soluzione siano equamente omogeneizzate.

Inoltre, la forma unica delle pale non solo aiuta la miscelazione, ma aumenta anche la capacità della girante di pompare e creare turbolenza. Mantiene i solidi in sospensione, garantendo che non si depositino sul fondo ma rimangano distribuiti nel liquido.

In genere, queste giranti funzionano a velocità più elevate. Questo utilizzo delle alte velocità è dovuto alla geometria progettata che massimizza lo schema di flusso unico creato dalle pale angolate. Il funzionamento a velocità più elevate migliora l'efficacia della girante nel miscelare e mantenere i solidi in sospensione all'interno della miscela, ottimizzando le prestazioni del sistema in cui sono integrati.

Pala della girante inclinata

Lama curva

Le giranti a pale curve sono progettate per l'uso in dispositivi come serbatoi agitati e bioreattori, dove eccellono creando un flusso radiale. Ciò significa che spingono efficacemente i fluidi verso i bordi esterni del serbatoio. Tipicamente, queste giranti hanno da quattro a sei pale curve fissate ad un disco centrale.

Tali giranti sono particolarmente adatte a garantire una miscelazione uniforme e a mantenere i solidi uniformemente sospesi nel fluido. Sono più adatti per fluidi non troppo densi, con viscosità da bassa a media. Un vantaggio significativo delle giranti a pale curve è la loro efficienza energetica. Usano meno energia perché il loro design riduce la resistenza, riducendo così il consumo di energia.

Il design delle giranti a pale curve si concentra maggiormente sulla promozione del flusso e del pompaggio piuttosto che sulla creazione di taglio e turbolenza. Ciò li rende una scelta a tutto tondo per molte applicazioni di miscelazione che si basano sul flusso radiale. La loro capacità di ribaltare efficacemente il contenuto del serbatoio garantisce che l'intera miscela rimanga omogenea.

Pala curva della girante

Lama a spirale

Le lame a spirale sono progettate con una forma elicoidale o ritorta. Questo design non è solo per il fascino visivo; serve a scopi pratici in varie applicazioni. Ad esempio, quando vengono utilizzate in macchinari come chiarificatori e ispessitori negli impianti di trattamento delle acque reflue, il taglio angolato delle lame a spirale consente loro di spostare e raschiare più efficacemente i fanghi. Ciò si traduce in prestazioni migliori rispetto ai rastrelli dritti.

Nei processi di lavorazione, quando la lama taglia il materiale, rimuove in modo efficiente il materiale di scarto o i trucioli dall'area di taglio. Ciò impedisce l'accumulo di trucioli, che può portare a tagli successivi che smussano la lama più velocemente e possono contaminare il pezzo in lavorazione.

Un'altra applicazione delle pale elicoidali è nelle turbine eoliche ad asse verticale. Qui, la forma unica aiuta le turbine a catturare il vento in modo più efficace e ad avviarsi da sole senza bisogno di una fonte di alimentazione esterna. Questa funzione di avvio automatico è particolarmente utile in aree con velocità del vento variabile.

Tuttavia, nonostante questi vantaggi, le lame a spirale presentano anche degli inconvenienti. Il loro design complesso li rende più impegnativi e costosi da produrre. Questa complessità può anche limitarne l'uso in apparecchiature più standard e meno specializzate dove potrebbero essere sufficienti lame più semplici e meno costose.

Lama a spirale

Tipi di modelli di flusso della girante

Flusso assiale

Le giranti a flusso assiale funzionano spingendo i fluidi in una direzione che si allinea con il loro albero. Le pale di queste giranti sono appositamente angolate per convogliare il fluido lungo l'asse centrale. Questo meccanismo è particolarmente vantaggioso in vari processi, tra cui la miscelazione di sostanze diverse, il mantenimento di solidi distribuiti uniformemente in un liquido e la miscelazione efficace di liquidi diversi.

Uno dei principali vantaggi delle giranti a flusso assiale rispetto alle giranti a flusso radiale è la loro capacità di spostare grandi volumi di fluido con minore potenza, il che le rende più efficienti dal punto di vista energetico. Sono progettati per funzionare a velocità più elevate, il che contribuisce ulteriormente alla loro efficienza nel creare i modelli di flusso desiderati all'interno di un recipiente.

Non sono progettati per creare elevate forze di taglio ma sono più adatti per applicazioni in cui è richiesta una miscelazione delicata ma efficace. Ciò li rende ideali per operazioni che coinvolgono materiali delicati o in cui una miscelazione eccessiva potrebbe essere dannosa.

A differenza delle giranti a flusso radiale, che generano meglio turbolenze localizzate, le giranti a flusso assiale garantiscono un'azione di miscelazione coerente e completa.

Flusso radiale

Le giranti a flusso radiale sono progettate per spostare i fluidi verso l'esterno dal centro di rotazione, perpendicolare all'asse. Questo design è ideale per attività che richiedono una miscelazione accurata, come nella manipolazione di liquidi viscosi e solidi in sospensione. Tipi comuni come la turbina a barra e la turbina Smith sono noti per la loro efficacia in queste applicazioni.

La struttura di queste giranti prevede pale verticali che spingono il fluido lateralmente attraverso il serbatoio, spostandolo dal centro verso l'esterno secondo uno schema radiale. Questo movimento garantisce una miscelazione uniforme e una dispersione efficace nelle varie attività di lavorazione.

Per migliorare l'efficacia delle giranti a flusso radiale, i serbatoi sono spesso dotati di deflettori. I deflettori sono barriere che limitano il movimento circolare del fluido, contribuendo a mantenere un flusso radiale dominante.

Tuttavia, è importante notare che le giranti a flusso radiale possono essere sensibili ai cambiamenti nella viscosità del fluido. Un funzionamento efficace richiede un attento controllo delle condizioni per garantire che la girante funzioni in modo efficiente e raggiunga i risultati di miscelazione desiderati.

Flusso tangenziale

Le giranti a flusso tangenziale, come i tipi ad ancora e a pale, sono progettate per mescolare i fluidi orizzontalmente secondo uno schema circolare all'interno di un recipiente. Ciò è particolarmente vantaggioso per la miscelazione di sostanze dense o ad alta viscosità. La progettazione di queste giranti è fondamentale perché aiutano a mantenere lo spessore degli strati limite viscosi che si formano lungo le pareti del recipiente. Lo spazio minimo tra le pale della girante e le pareti del recipiente migliora l'efficienza della miscelazione.

A differenza delle giranti che muovono il fluido verticalmente (flusso assiale) o verso l'esterno dal centro (flusso radiale), le giranti a flusso tangenziale si concentrano sulla promozione di un movimento orizzontale coerente. Questo modello è meno distruttivo e più delicato sul materiale da miscelare, rendendolo ideale per prodotti sensibili alle forze di taglio. Questa delicata azione di miscelazione aiuta a preservare la struttura e l'integrità del prodotto garantendo al tempo stesso una miscelazione accurata.图foto

Tipi di girante per applicazioni specifiche

Miscelazione a bassa viscosità

Per una miscelazione efficace di fluidi a bassa viscosità come acqua, solventi e oli sottili, vengono utilizzati tipi specifici di giranti. A questo scopo sono ottimali le giranti a flusso assiale come le eliche, le turbine a pale inclinate e gli aliscafi.

Le eliche sono particolarmente utili nelle applicazioni che richiedono un flusso elevato. Disperdono rapidamente il fluido in tutto il recipiente, garantendo una miscela uniforme.

Le turbine a pale inclinate hanno pale regolabili. Questa caratteristica consente loro di modificare l'angolo del flusso, migliorando la loro capacità di miscelare accuratamente i fluidi. Sono efficaci non solo nella miscelazione ma anche nella sospensione dei solidi e nel facilitare un efficiente trasferimento di calore.

Gli aliscafi sono progettati per essere altamente efficienti consumando meno energia. Producono un flusso ottimizzato che riduce al minimo la turbolenza e favorisce una miscelazione efficace. Questa efficienza è vantaggiosa nel ridurre i costi operativi e nel migliorare l’impronta ambientale del processo di miscelazione.

Miscelazione a viscosità da media ad alta

Quando si ha a che fare con una miscelazione a viscosità da media ad alta, ciascun tipo di girante (ancora, nastro elicoidale, coclea e cancello) presenta caratteristiche specifiche adatte a diversi livelli di viscosità.

Le giranti ad ancora sono progettate per rispecchiare la forma del recipiente di miscelazione. Questo design consente loro di spostare il fluido lungo le pareti del recipiente, promuovendo un flusso tangenziale che gestisce efficacemente viscosità fino a circa 500.000 centipoise. Questo movimento ampio garantisce che tutte le parti del fluido siano attivamente coinvolte nel processo di miscelazione.

Le giranti a nastro elicoidale sono particolarmente adatte a gestire viscosità anche più elevate. La loro struttura supporta il movimento sia in direzione radiale che assiale, migliorando l'efficienza della miscelazione garantendo una miscelazione completa di tutto il fluido. Questa tipologia è ideale quando è necessaria una consistenza uniforme in sostanze molto viscose.

Le giranti a coclea, che ricordano la forma di un trasportatore a coclea, sono eccellenti per i livelli di viscosità più elevati. Queste giranti spingono il fluido o la pasta in avanti, in modo simile a come un trapano si muove nel legno. Questa azione consente loro di miscelare efficacemente materiali molto densi, garantendo che nessuna parte della miscela rimanga immobile.

Le giranti a saracinesca uniscono le caratteristiche dei tipi di ancoraggio e a saracinesca, creando un design che aumenta le forze di taglio all'interno della miscela. Ciò è particolarmente utile per scomporre i grumi e integrare agevolmente gli ingredienti in fluidi a viscosità da media ad alta.

Elevato taglio e dispersione di gas

Le giranti ad alto taglio come quelle a dente di sega, Cowles e le pale a dispersione sono progettate per una miscelazione intensa e la scomposizione delle particelle. Queste giranti girano rapidamente, disperdendo efficacemente le particelle fini e garantendo miscele uniformi. Mescolano liquidi che normalmente non si combinano bene e aiutano a ottenere un eccellente contatto gas-liquido.

Le lame a dente di sega e Cowles sono particolarmente adatte a polverizzare i grumi solidi in particelle più piccole e uniformi.

La lama di dispersione si distingue per l'integrazione di aria o altri gas nei liquidi. Questa azione è vantaggiosa per i processi che dipendono da determinate reazioni chimiche in cui la velocità e la stabilità del prodotto possono essere migliorate dalla presenza di gas.

Sospensione di solidi

Le giranti a flusso assiale, in particolare gli aliscafi e le turbine a pale inclinate, sono altamente efficaci per la sospensione di solidi nei liquidi. Il loro design favorisce un forte flusso verticale, facendo circolare in modo efficiente i solidi dal fondo alla parte superiore del recipiente di miscelazione. Questa azione garantisce che i solidi siano distribuiti uniformemente nel liquido, evitando che si depositino sul fondo.

Al contrario, le giranti a flusso radiale non sono adatte a questo scopo. Il loro andamento del flusso è diretto verso le pareti del vaso, interessando principalmente le aree periferiche. Questo design non riesce a creare una portanza sufficiente per mantenere i solidi in sospensione, specialmente quelli sul fondo del recipiente.

Immagine

Come si sceglie il tipo di girante

Modello di flusso desiderato

Se il tuo obiettivo è ottenere un movimento completo della miscela dall'alto verso il basso, una girante a flusso assiale è l'ideale. Questo tipo è noto per la sua efficienza nel miscelare e mantenere i solidi uniformemente sospesi nel liquido. Perfetto per attività come garantire che gli ingredienti siano ben miscelati in grandi serbatoi.

D'altro canto, se il vostro processo richiede un flusso vigoroso da lato a lato, prendete in considerazione una girante a flusso radiale. Questa varietà eccelle nelle applicazioni in cui il taglio intenso e l'efficace dispersione del gas sono fondamentali, soprattutto nei fluidi più densi e viscosi. Il design delle giranti radiali consente loro di creare correnti potenti in grado di abbattere i materiali più ostinati e integrare completamente i gas.

Proprietà dei fluidi

Per i fluidi a bassa viscosità, le giranti a flusso assiale, come le eliche, sono generalmente la scelta migliore. Queste giranti creano schemi di flusso efficaci che migliorano la miscelazione senza causare eccessivi tagli. Con l'aumento della viscosità del fluido, potrebbe essere necessario prendere in considerazione il passaggio a giranti a flusso radiale o agitatori a turbina. Questi sono più adatti per materiali più spessi, poiché producono modelli di flusso radiale che garantiscono una miscelazione completa, spesso necessaria nelle applicazioni di trattamento chimico.

Per fluidi ad altissima viscosità è consigliabile una girante ancorata. Questo tipo è dotato di lame i cui angoli possono essere regolati per gestire efficacemente sostanze dense e appiccicose. Tali giranti funzionano bene per mantenere basse le velocità di taglio garantendo al tempo stesso l'uniformità del prodotto finale.

Geometria della nave

In genere, la girante dovrebbe essere circa un terzo del diametro del serbatoio. Questo rapporto dimensionale è fondamentale per una miscelazione efficiente, poiché aiuta a bilanciare il flusso e le forze di taglio all'interno del recipiente.

Il posizionamento della girante è altrettanto importante. Deve essere posizionato in modo da massimizzare la sua interazione con il fluido, garantendo una miscelazione efficace. Il design delle pale della girante, compreso il loro angolo e forma, deve essere scelto in base alla viscosità del fluido e all'applicazione specifica di miscelazione.

Requisiti di processo specifici

Se la tua priorità è la movimentazione di materiali sensibili al taglio, come liquidi densi, scegli una girante a pale inclinate o una turbina a pale piatte. Queste giranti si mescolano delicatamente, aiutando a prevenire danni ai prodotti delicati.

Per i processi che richiedono un taglio elevato, come la produzione di emulsioni fini, è preferibile una girante radiale. Questo tipo di girante si collega saldamente all'albero, garantendo una miscelazione efficiente e vigorosa.

Nei casi in cui è fondamentale ridurre al minimo la miscelazione dell'aria nel liquido, le giranti assiali sono l'opzione migliore. Sono progettati per evitare l'ingresso di aria nell'impasto.

Materiale di costruzione

È importante considerare come interagiscono il tipo di agitatore e le condizioni in cui funzionerà durante la selezione dei materiali. L'acciaio inossidabile è una scelta comune perché è forte e resiste alla corrosione, rendendolo versatile in diverse configurazioni di agitatori.

Diversi modelli di agitatori richiedono materiali con caratteristiche specifiche per prestazioni ottimali. Ad esempio, il polipropilene viene spesso utilizzato in ambienti in cui la resistenza chimica è fondamentale a causa della sua capacità di resistere alle sostanze corrosive. Assicurarsi che i materiali selezionati sia per l'albero dell'agitatore che per l'intero gruppo siano compatibili per mantenere l'integrità e l'efficienza del sistema.

Capacità di potenza e velocità dell'azionamento del mixer

Se la girante è grande o ha un design complesso, richiede un motore potente. Il motore deve fornire potenza e coppia sufficienti per soddisfare le richieste della girante senza causare sollecitazioni al sistema. È fondamentale verificare che la coppia del motore e la capacità del riduttore siano sufficienti. Questi componenti devono supportare in modo efficace le esigenze di velocità ed efficienza della girante.

Quando si seleziona un'unità mixer, assicurarsi che abbia le capacità adeguate. Ciò evita problemi meccanici e garantisce che il mixer funzioni bene entro l'intervallo di velocità necessario. È importante valutare la capacità dell'azionamento di gestire giranti più grandi o più complesse per migliorare l'efficienza complessiva del processo di miscelazione.

Costo

Le giranti con forme complesse o realizzate con materiali speciali solitamente costano di più inizialmente. Questo prezzo più alto è dovuto al design complesso e ai materiali di qualità superiore, che migliorano l'efficienza e la durata del processo di miscelazione.

Tuttavia, le spese a lungo termine, come il consumo energetico, la manutenzione e i possibili tempi di inattività, svolgono un ruolo significativo nei costi complessivi. Pertanto, è essenziale valutare la spesa totale del sistema di miscelazione.

Conclusione

La scelta della giusta girante dell'agitatore è fondamentale per ottimizzare il processo di miscelazione. Considera il tipo di flusso necessario (assiale, radiale o tangenziale) e seleziona la forma della girante appropriata per la tua applicazione. Anche fattori come la viscosità del fluido e le dimensioni del serbatoio svolgono un ruolo significativo nel determinare il tipo di girante più efficace.

Esplora la nostra gamma di giranti per agitatori per trovare la soluzione perfetta per le tue esigenze e non esitare a contattarci per una consulenza esperta su come migliorare le tue operazioni di miscelazione.

Scopri gli ultimi approfondimenti di Cowseal